Prassi d'inserimento

Prenotazione

è necessario prenotare la visita medica che avvia la prassi di inserimento. La prenotazione può essere effettuata anche per telefono o con l’invio di una e-mail che indichi:

  • cognome e nome del richiedente
  • luogo e data di nascita
  • codice fiscale
  • residenza
  • municipio
  • ASL di appartenenza del richiedente
  • diagnosi per la quale è richiesto linserimento
  • indicazione del servizio pubblico che ha effettuato la diagnosi
  • indicazione del regime richiesto (semiresidenziale o ambulatoriale)
  • per il regime ambulatoriale: terapia/e richiesta
  • indicazione della scuola frequentata con la precisazione della presenza o meno del sostegno
  • cognome e nome della persona referente per il richiedente e suo recapito telefonico

La prenotazione viene inserita in un "elenco di prenotazione" che riporta le informazioni fornite dal richiedente che dovrà inviare, anche per fax, il certificato con la diagnosi e la prescrizione del trattamento necessario.

Convocazione per visita medica

la segreteria dell’Istituto in base alle informazioni fornite dal richiedente e annotate nell’elenco di prenotazione, convoca telefonicamente per la visita medica il richiedente. Nel caso che il richiedente abbia diversamente provveduto, il suo nominativo viene cancellato dall’elenco di prenotazione. Nel caso il richiedente non fosse in quel momento disponibile all’inserimento, ma perdurando la sua necessità di trattamento riabilitativo, il suo nominativo viene posto in fondo all’elenco di prenotazione.

Domanda di inserimento

è predisposto un modello da compilare da parte del richiedente o di familiare referente.

Documenti

è predisposto un elenco dei documenti da allegare alla domanda che viene consegnato all’utente insieme al modello della domanda di inserimento.

Regolamento

contestualmente al modello della domanda di inserimento viene consegnata copia del regolamento interno dell’Istituto, della presente Carta dei servizi e della Carta dei Diritti dell’Utente.

Privacy

è predisposto uno stampato contenente l’informativa ai sensi dell’art. 13 del decreto legislativo 196/03 e il consenso al trattamento dei dati, anche sensibili, ai sensi dell’art. 81 del decreto legislativo n. 196/2003.

Inserimento semiresidenziale

  1. viene effettuato un primo colloquio orientativo/illustrativo con il Direttore Sanitario del Centro e/o l’assistente sociale
  2. segue la visita medico specialistica del neuropsichiatra infantile che si avvale anche di tutta la documentazione medica prodotta dal richiedente.
  3. l’équipe esamina infine le risultanze delle visite preliminari e stabilisce se le peculiarità del richiedente consentono il suo inserimento in uno dei gruppi terapeutici esistenti
  4. indicazione da parte del medico responsabile del progetto delle attività terapeutiche necessarie
  5. il referente per l’utente compila con il medico generico e con l’assistente sociale le relative cartella medica e scheda sociale
  6. l’inserimento avviene con orario graduale fino al raggiungimento dell’orario completo (questa fase delicatissima, essenziale per il futuro risultato terapeutico, deve seguire necessariamente i tempi di accettazione dell’inserimento da parte dell’utente e non può in nessun caso essere affrettata)
  7. segue un periodo di osservazione e valutazione di circa 30 giorni.

Inserimento ambulatoriale individuale

  1. viene effettuata la visita medico specialistica dal neuropsichiatra infantile che si avvale anche di tutta la documentazione medica prodotta dal richiedente
  2. segue la valutazione neurocognitiva
  3. quindi segue la valutazione per ogni area di intervento riabilitativo indicata dal neuropsichiatra infantile
  4. il progetto prosegue con la/le attività riabilitative se la diagnosi della persona che chiede l’inserimento risulta conforme alla normativa regionale vigente (DGR 602/04)